AGGUATO ALLA PRESENZA ACQUEA

04/01/2006 AGGUATO ALLA PRESENZA ACQUEA 03-01-06
Autore: acronimo Stanotte ho avuto molta difficoltà ad addormentarmi e questa mattina dopo le cinque sono riuscito ad accedere ad un sonno più intenso. A questo punto sono iniziati i momemti di coscienza astrale misti a sonno. Il mio corpo astrale non si distaccava spazialmente da quello fisico ma rimaneva allineato sotto le coperte con esso. In uno dei momenti di lucidità astrale ho cominciato a sentire un rumore d’acqua scrosciante che piano piano si avvicinava a me. Lì per lì sono rimasto ad ascoltare e a cercar di capire cosa potesse essere. Un po’ spaventato ma deciso a reagire ho pensato di fare un agguato alla presenza acquea e così non appena ho avuto la sensazione che fosse abbastanza vicino a me, sono balzato in avanti col corpo astrale cercando di acchiappare la presenza che alla mia presa è risultata quasi del tutto impalpabile e di conseguenza impossibile da trattenere. La situazione comunque non mi trasmetteva nessuna sensazione di pericolo o paura, anche se dopo pochi secondi mi sono comunque lasciato prendere dal panico perché non riuscivo a capire…. In fine mi sono ridestato nel corpo e ho aperto gli occhi cercando di svegliarmi dal torpore.

Rispondi