Paralisi notturne: ipotesi su come uscirne

paralisi notturne ipotesi su come uscirne - viaggio astrale - viaggioastrale.it

Paralisi notturne: ipotesi su come uscirne con il movimento illusorio

Una piccola analisi sui meccanismi di sblocco dalle paralisi notturne, argomento connesso con il viaggio astrale. Per chi non lo sapesse la paralisi notturna è quel fenomeno in cui ci si sveglia all’interno del nostro corpo fisico e si è impossibilitati a muovere il corpo fisico stesso. In genere non scrivo quasi mai di paralisi notturne perchè di norma le percepisco come trampolini di lancio per il viaggio astrale e non ho mai avuto difficoltà a svegliare il mio corpo. Questa notte ho vissuto una paralisi notturna in “stile classico”, passatermi la definizione, ovvero col senso di impotenza nel movimento e angoscia nel volermi muove e svegliare.
Analisi della paralisi notturna

Come è mio solito, durante ľesperienza ho cercato di fare anche un po’ di analisi cercando di frenare la paura o lo stato d’ansia e osservando le sensazioni. Mi sono svegliato quindi alľinterno del mio corpo che ovviamemte non rispondeva ai comandi di movimento e subito mi è salito uno stato di ansia e paura. Mi sono ricordato dei vari suggerimenti postati nella sezione delle paralisi notturne sul forum. Si dice che per uscire da una paralisi notturna bisogna cercare di muovere qualche parte del corpo e così ho iniziato a muovere le braccia. Qui nasce ľanalisi: se il mio corpo è in paralisi e quindi sono impossibilitato a muoverlo come posso muovere qualche parte del corpo per uscire dalla paralisi?

Applicazione pratica
Ho vigilato sulľeffetivo movimento delle mie braccia e, almeno in questo singolo caso, in realtà il movimento era mentale. Mi sono reso conto che non stavo muovendo realmente le braccia ma lo stavo facendo mentalmente mescolando la sensazione di movimento fittizia ad un movimento illusorio od onirico. Sono uscito dalla paralisi in pochi istanti ma senza un movimento reale.

Penso che nella paralisi notturna siamo effettivamente distaccati dai comandi di controllo del corpo fisico ma ne siamo indirettamente connessi attraverso gli stimoli mentali che in quel momento sono collegati in parte ad uno stato illusorio onirico e in parte ad una possibile induzione degli stimoli fisici. L’uscita dalla paralisi notturna partirebbe dunque da una sollecitazione mentale costante e ritardata. Dominare lo stato d’ansia proietterebbe un segnale più pulito verso i meccanismi di movimento fisici che prima deve essere interpretato dallo stato illusorio onirico e poi scendere verso il corpo fisico. Ansia e paura andrebbero a sporcare il canale in cui passa lo stimolo di movimento e quindi rallenterebbero la presa di coscienza del corpo fisico, facendo perdere ľimpulso di movimento tra le immagini illusorie provocate da paura e ansia.

——————————————————
LA DISCUSSIONE SUL FORUM QUI
——————————————————

..Continuando dal forum….

Secondo me nello stato di paralisi i nostri stimoli sono veicolati dallo stato onirico o meglio si appoggiano su di esso. Nello stato di paralisi, come dicevo in un altro thread, i nostri ragionamenti coscienti vengono vivificati dal piano onirico o piano similare e creano una sorta di incongruenza perche nella norma i ragionamenti coscienti si allineano alla logicità del cervello fisico. Questo sicuramente ci spiazza dandoci un senso di confusione perchè logicità e stimoli onirici non vanno certamente daccordo, in questo modo si crea un mondo illusorio in cui i nostri pensieri coscienti logici faticano a trovare riscontro e da cui ne traiamo una ovvia incongruenza e confusione non riuscendo a rintracciare il reale collegamento con il corpo fisico.

6 Commenti

  1. Sono passato per caso da queste parti, ma con due anni di ritardo, alcuni direbbero: “Meglio tardi che mai!”

    Cercherò di essere breve. Non è la prima volta che leggo che la paralisi notturna (anche diurna) sia legata ai viaggi astrali. Io ne ho avute almeno 10, forse qualcuna in più, ma sono fenomeni che avvengono di rado (a me), ma ne ricordo una in particolare di oltre 15 anni fa, dove mi trovavo in vacanza su un'isola italiana e mi sono svegliato, o meglio, ho aperto gli occhi (sono rientrato dentro il corpo se preferisci, quindi ho preso coscienza) e mi sono reso conto di non riuscirmi a muovere. Ma la cosa più assurda, che è rimasta indelebile nei miei ricordi, è che mi sono reso conto di avere una grossa ombra sopra (ed è la prima volta che vedo una cosa del genere) grazie alla quale mi sono infuriato urlandogli contro (anche se non usciva alcun suono) “Vai via e lasciami stare!”. Tutto d’un tratto vedo questa grossa ombra che diventa una macchiolina che si allontana fermandosi per pochissimi secondi sopra il pavimento, in un angolo della casa in affitto. Sai qual è la cosa più assurda che ho visto? Delle piccole sfere colorate, saranno state 4 o 5 non lo ricordo con esattezza, ma dopo pochissimo hanno attraversato il pavimento scomparendo del tutto.

    Ora, se è vero che la paralisi notturna.. dimenticavo il tutto è avvenuto intorno alle 4:30 5:00 del mattino..

    Dicevo, se è vero che tutto questo ha a che fare con i viaggi astrali, chi era quell’essere che mi teneva fermo? Sono una persona adulta ed è inutile dirti che non è la prima volta che mi capitava, ma a differenza delle altre, “solo quella volta” (preciso che non mi spavento, anche se rimango un po’ freddato all’inizio per via dell’impossibilità di muovermi) ho visto realmente un qualcosa di non umano davanti a me, e tutto questo non ha senso, perché sarei rientrato nel mio corpo perché ero in pericolo? C’è gente che afferma che l’uscita fuori dal corpo non è per nulla pericolosa, forse perché si rientra subito nel corpo?
    L’unica volta che sono uscito dal mio corpo è accaduto involontariamente quando ero un ragazzino, ho aperto gli occhi e mi sono reso conto di essere circa 40-50 cm sopra il mio corpo, e riuscivo ad intravedere delle persone osservando la parete alla mia sinistra, ma è durato tutto un’istante, e non mi è mai più capitato. Solo sogni lucidi, parecchio lucidi. ;O)

    Un’altra esperienza interessante poi chiudo, giuro, mi è capitata pochi anni fa di mattina presto, e stranamente mi trovavo a pancia in giù, il che è parecchio strano perché per mia esperienza la paralisi avviene sempre quando si dorme a pancia in su. Comunque, ricordo di aver visto (sogno lucido) un neonato con gli occhi rossi, che mi abbracciava come se fosse mio figlio, non era proprio umano, era un po’ diverso ma non mi ha “spaventato” il suo aspetto quasi umano, ma i suoi occhi e quella sensazione che era mio figlio. Anche qui ho aperto gli occhi e non riuscivo a muovermi, mi sentivo soffocare, e prima di entrare nel panico sono riuscito a sbloccarmi. Che brutta esperienza, a confronto quella dell’ombra era una fesseria.

    C’è troppa poca informazione riguardo questo argomento, e troppe persone che dicono di riuscire ad “uscire” fuori dal proprio corpo, ma a parer mio su 100 persone al massimo 2 ci riescono realmente.

    Ma è solo il mio parere.

  2. Anonimo

    A me in tutta la mia vita mi è venuta 3 volte la paralisi del sonno .. Ogni quando dormo di schiena mi viene non so perchè la prima volta ero spaventatissimo quando mi e successo avevo la febbre dormivo prima che mi svegliavo ero tutto paralizzato e non potevo respirare.. Poi vedevo tanti puntini viola ero a occhi chiusi e mi sentivo qualcosa che voleva uscire dal mio corpo..Prima dalla testa , solo che poi ho mosso le dita dei piedi e delle mani e mi sono subito svegliato. Quando mi è successo mi semprava un fantasma che voleva molestarmi.Invece nella seconda volta mi sembravano attacchi di panico e invece era sempre paralisi, infatti..Dopo aver scoperto di averla ero piu tranquillo infatti la 3 volta che mi è venuta stavo sognando un sogno era come se era vero ero nella mia casa nuova ero andato un attimo in bagno mi guardo allo specchio e dietro vidi una creatura strana una bambina ''spettro'' .. Dopo che mi giro di colpo mi viene la paralisi e poi mi sono subito ripreso sicuramente lo ereditato da qualche familiare.. Ho troppa paura ma qualche volte esco fuori dal corpo , quando saro piu grande lo faccio.

  3. Anonimo

    Una notteho visto due sfere gialle occhi forse che mi fissavano ed ero sveglio non stavo a dormire fatto paranormale ? Poi non riuscivo a muovermi paralisi o non riuscivo a muovermi per lo spavento?

Rispondi