Paura di non tornare da un viaggio astrale

paura-del-non-ritorno-viaggio-astralePaura del non ritorno?

E’ possibile rimanere intrappolati fuori dal corpo? Quali difficoltà si incontrano nel rientro? Quanta paura abbiamo?

Il corpo fisico è inscindibile dal corpo astrale sino a quando non sopraggiunge la morte fisica. Questa affermazione penso sia più che illuminante, potrei concludere qui l’articolo ma è bene approfondire per evitare paura inutile.

Le paure prendono vita per farci rinunciare

Come sempre, in fase di viaggio astrale, le paure più banali si trasformano in fissazioni assurde dando luogo ad interrogativi senza fine. E’ anche per questo che scrivo stralci delle mie esperienze, così da poter essere utile, almeno spero, a chiunque abbia un interrogativo nel quale io ci sia gia passato. Io dico sempre che è più difficile rimanere fuori dal corpo che rimanere nel corpo. Se ci pensiamo bene, quanta fatica facciamo per poter uscire anche solo un istante?

Il rientro nel corpo è istantaneo

In poche parole una volta fuori dal corpo, basta il più ben minimo pensiero rivolto al corpo fisico che istantaneamente ci ritroveremo all’interno del corpo. Basta una distrazione, una paura di qualsiasi tipo per disattivare tutta l’esperienza. Vi posso assicurare che il rientro è istantaneo, senza troppi fronzoli sul riallineamento dei due corpi. Un bel batticuore e poi passa tutto.

Alcuni di voi hanno scritto di aver avuto difficoltà a rientrare in alcune occasioni, dovendo provare più volte a riallinearsi o a sdraiarsi sopra il corpo fisico. Dal mio punto di vista penso che tali occasioni siano condizionamenti delle proprie paure inconsce trascese in un sogno lucido. Il rientro è inevitabile anche se sembra non avvenire inizialmente.

L’essere umano è un generatore di paura al fine di autolimitarsi

Una volta mi hanno posto questa domanda: e se qualcuno mi uccidesse mentre sono fuori dal corpo? Cavoli che sfortuna! Prima di tutto sarebbe una morte indolore, tanto siamo fuori dal corpo. Comunque sia accadrebbe la stessa cosa di una morte qualsiasi avvenuta dentro al corpo. Ma poi, esiste la vaga probabilità che qualcuno venga ad ucciderci di notte in casa nostra mentre stiamo avendo un’OOBE? Fermiamoci a riflettre, non tanto sul tipo di domanda ma sul tipo di reazione emotiva. La paura dentro di noi è talmente radicata in relazione al viaggio astrale, direi giustamente, che troveremmo una qualsiasi scusa per crearci una motivazione di apprensione per auto limitarci.  Facciamo attenzione affinchè la paura del non ritorno non diventi uno dei tanti meccanismi inconsci per dissuaderci dal fare esperienze extracorporee.

Esempi di paure fuori luogo se ne possono trovare a centinaia e sono certo che ne abbiamo veramente di originali! Sarei curioso di conoscerle nei commenti e sarebbe di aiuto per tutti.

Come sempre vi segnalo che sul nostro forum c’è un’intera sezione dedicata alla paura.

Rispondi