Posizione del corpo fisico nel viaggio astrale

Posizione del corpo fisico nel viaggio astrale - viaggioastrale.itPosizione del corpo fisico: come e cosa?

Spesso, sul forum, si è discusso a lungo riguardo alla posizione del corpo fisico da tenere durante gli esercizi di viaggio astrale. Esiste una posizione del corpo fisico ideale o più propizia per agevolare l’uscita dal corpo? Vorrei risollevare l’argomento specie per chi si è avvicinato da poco al tema del viaggio astrale.

Le regole non esistono

Come ogni volta sottolineo, non c’è nulla di vincolante per una buona riuscita dell’esercizio., Partendo da questo presupposto dobbiamo pensare che ciò che ci mette più a nostro agio è sicuramente la soluzione migliore.

Piccoli accorgimenti universali
  • si consiglia di stare sdraiati a pancia in su (supini)
  • le braccia parallele stese lungo il corpo
  • le gambe leggermente divaricate e distese

Stop, tutto qui. Si tutto qui? Certamente, tutto il resto è aria vuota, nel senso che in quei soli tre punti sono descritte le basi universali per una posizione comoda da meditazione profonda. Ulteriori dettagli aggiuntivi sono processi soggettivi.

Qualche domanda che ci verrà in mente durante la posizione del corpo fisico

Esempio, la posizione del palmo della mano? Molti lo hanno chiesto. E’ assolutamente ininfluente sia che abbiate il palmo rivolto verso l’alto sia che abbiate il palmo della mano rivolto verso il basso. Nella meditazione si consiglia di tenere il palmo verso l’alto per creare un contatto con le energie dell’universo ma torno al paragrafo “le regole non esistono”. Personalmente mi crea tensione ai polsi quando sono sdraiato e tengo i palmi rivolti verlo l’alto.

Possiamo proseguire con tante altre domande, tipo: le punte dei piedi? Le punte dei piedi vanno lasciate come ci viene più naturale senza forzarle, non importa se vanno all’interno o all’infuori. L’importante è non creare stress muscolare.

L’indipendenza decisionale è la chiave per avere successo

Quello su cui vorrei far riflettere è che è inutile farsi mille paranoie o incatenarsi a mille procedure scrupolose lette chissà dove. Se volete accendere una candela e la cosa vi aiuta a rilassarvi, ben venga. L’indipendenza decisionale ed emotiva vi darà i migliori risultati perchè eviterà di distrarvi con inutili dettagli. Quello che conta è rilassare più possibile il corpo fisico e se per voi significa stare a testa in giù con musica rock allora fatelo! I limiti sono solo quelli che ci poniamo.

Piccolo consiglio

La posizione ideale del corpo fisico deve essere molto comoda ma non assolutamente comoda perchè altrimenti rischiamo di addormentarci prima del previsto.

Alcune delle mie posizioni ideali

La mia posizione ideale? La strada più breve, in passato, per arrivare alle vibrazioni (8 minuti circa dopo essermi addormentato) è stata quella di lasciarmi addormentare con le braccia a farfalla sotto la nuca, ovvero con le braccia rivolte indietro i palmi appoggiati sotto al cuscino in direzione della nuca. Nella mia esperienza ho avuto ottimi risultati anche accavallando le gambe nonostante su alcuni libri fosse fortemente sconsigliato.

Riassunto

Come possiamo constatare le regole hanno solo lo scopo di dare un indirizzamento generale e non assoluto. Possiamo mai rilassarci in una posizione a noi scomoda o pesantemente strutturata? Non esiste una e vera e propria posizione del corpo fisico. Meglio trovare da soli una postura adatta al nostro corpo senza farsi condizionare da libri o dicerie. Il vincolo siamo solo noi !!

Quali sono le vostre posizioni ideali??

Rispondi