Tecnica di viaggio astrale: visiva, auditiva o cinestesica?

tecnica di viaggio astrale visiva, auditiva o cinestesica - viaggioastrale.itUna tecnica a caso? Crescere ci ha condizionati per sempre

Questo articolo nasce da un thread sul forum di viaggioastrale.it in cui ho ritenuto necessario mettere in relazione alcuni studi di PNL con l’approccio che si ha con la propria tecnica di viaggio astrale. Ognuno di noi ha un diverso modo di porsi rispetto alle esperienze ed un diverso modo di interagire con tali esperienze. La scelta di una tecnica rispetto ad un’altra può fare la differenza, non in termini di riuscita ma in termini di fattibilità. Non è detto che una tecnica visiva sia utile a tutti e così via.

Crescendo abbiamo sviluppato un determinato modo di interagire con il mondo e anche un diverso modo di percepire il mondo. Ad esempio una persona impara la lezione di italiano in modo migliore se spiegata a voce (auditiva) anzichè letta sul libro (visiva) o viceversa.

Le tre suddivisioni dell’interazione

Secondo una divisione principale, l’uomo interagisce con l’ambiente e con le persone in tre modi principali:

  • visivo (ti vedo, vedo come se…, non ci vedo nulla di male, mi vedo stanco, guarda questo panorama…)
  • auditivo (ti sento, sento che non ci sei, ho un dolore acuto, questo panorama è troppo rumoroso…)
  • cinestesico (mi fai stare bene, questo panorama mi emoziona, ..ho una stanchezza addosso, percepisco rabbia…)

La tecnica per uscire dal corpo, come tutto il resto, è sviluppata sulla base di quelle tre divisioni princiapli. Scegliere una determinata tecnica anzichè un’altra può ridurre i nostri risultati. Se abbiamo una personalità auditiva ci sarà più congeniale rilassarci con della musica, se siamo un tipo visivo ci sarà più congeniale seguire una tecnica di visualizzazione e così via.

Cosa è più adatto per noi?

Sulla base di questo, nel thread e anche in altre occasioni, ci siamo confrontati e abbiamo capito che non si tratta solo di dover scegliere una tecnica tra le tante, ma si tratta di scegliere la tipologia di tecnica adatta al nostro modo di interagire con la tecnica. Molte persone trovano noioso e difficile visualizzare l’onda azzurra, altre difficile applicare una respirazione etc. A titolo di esempio elenco di seguito delle tecniche base divise per tipologia di linguaggio :

Tecnica Auditiva:
Tecnica Visiva:
Tecnica Cinestesica (sensazione)

Queste tecniche sopra sono solo a titolo d’esempio, nella sezione tecniche del forum ne trovate a bizzeffe.

Un commento

  1. Anonimo

    Mi paiace questo argomento, perchè alla fine è verissimo, inoltre io penso che ognuno di noi ha la sua specialità, e di conseguenza non esiste una tecnica migliore delle altre

Rispondi