Vibrazioni con accelerazione. 01/01/2005

04/01/2006 Vibrazioni con accelerazione. 01/01/2005
Autore: acronimo Stanotte mi sono lasciato addormentare a pancia in su e con le braccia conserte dietro la nuca. Per me la classica posizione dell’attesa di dormiveglia perché in tale posizione faccio veramente fatica ad addormentarmi. Comunque sia sono scivolato nel sonno e pochi minuti dopo ecco le vibrazioni ed il distacco con sensazione di accelerazione tipo razzo verso l’alto. Quello che voglio sottolineare in questo resoconto è il momento di risveglio dal torpore del sonno in fase di vibrazioni, cioè si passa dall’incoscienza alla coscienza in un istante, come se fossimo li ad attendere il segnale di via. Ma come è possibile diventare consapevoli se un attimo prima si era profondamente addormentati? Probabilmente l’intento, probabilmente l’essermi addormentato con la voglia e la determinazione di uscire dal corpo e sicuramente l’esperienza acquisita nel tempo. Da notare anche le sensazioni che attorniano tutte le fasi dell’esperienza, sono sensazioni personali, che solo noi possiamo identificare e catalogare nel nostro io interiore. In questa esperienza in particolare ho assaporato la sensazione di distacco istantanea in cui cambia la sensazione di corpo, di attorniamento della materia e poi la sensazione di accelerazione estrema che mi spingeva verso l’alto sino a oltrepassare il tetto di casa, le nuvole e farmi ritrovare nel cielo blu sopra tutto per poi ripiombare con la stessa velocità nel corpo fisico. In fine dopo essermi gustato il riallineamento col corpo fisico e la vista in trasparenza ho aperto gli occhi fisici per constatare l’orario e come al solito erano passati solo una decina di minuti dal momento in cui mi ero messo a dormire.

Un commento

Rispondi